Archivio tag: ufficio

Gli amori – in ufficio – ai tempi del coworking

Coworkingfor - amore e ufficioDa sempre l’amore fra colleghi, coltivato fra scrivanie e pause caffè, è un tema delicato per aziende e imprese. In special modo in questa stagione primaverile, quando i sensi cominciano a risvegliarsi e i vestiti pesanti dell’inverno lasciano spazio a mise decisamente più “leggere”. E se i capi non vedono certo di buon occhio le “liaisons dangereuses” perché rischiano di far diminuire al produttività, si può dire che sia cambiato qualcosa con l’avvento del cowoking? Un approfondimento in materia pubblicato da Bureaux À Partager prova a spiegarlo…

Secondo la ricerca più del 28% degli spazi di coworking hanno visto la formazione di coppie al loro interno. E la cosa non dovrebbe stupire, visto che i luoghi di lavoro sono ormai, oggigiorno, il “posto più propizio” per incontri di tipo sentimentale o passionale. Continua a leggere

Perché spostare il proprio ufficio fuori dalla camera da letto

63b0df82e9ce3566c72bc51584713944La maggior parte delle piccole imprese iniziano a casa. In un primo momento, può essere fantastico. Dopotutto si può indossare ciò che si desidera, trascurare l’igiene personale, e fare pausa con un programma in televisione che viene trasmesso di mattina se siamo inceppati in qualche lavoro noioso, tanto nessuno lo saprà mai. Ma si arriva a un punto della traiettoria business nel quale lo spazio di lavoro può essere determinante per la produttività, l’efficienza e il benessere personale.

Proprio come gli spazi professionali riservano trattamenti professionali, quando si lavora da casa è molto facile scivolare in atteggiamenti insani e poco professionali. Sane abitudini sanitarie come l’utilizzo del filo interdentale diventano un lontano ricordo se non c’è nessuno accanto alla vostra scrivania, per fare quattro chiacchiere. E spesso non importa se si mangiano quantità enormi di cibo e si beve caffè in abbondanza. Fare una skype call in pigiama per esempio non è un buon modo di lavorare, significa che si sta diventando meno consapevoli di sé, e c’è bisogno di trascorrere più tempo fuori per realizzare il proprio potenziale.

Come con marchio elegante, un biglietto da visita di buon gusto, un contesto di business adeguato vi rende credibili agli occhi dei potenziali clienti e colleghi, dovete essere disposti a togliere il pigiama. Non è necessario lavorare in uno spazio enorme, non importa arredare l’ufficio, allacciare la corrente o fare il contratto con la migliore compagnia telefonica, perché basta prendere in affitto uno spazio in coworking. Le tipologie di abbonamento sono tra le più flessibili. La condivisione di un ufficio con altre imprese nutre la vostra professionalità e offre opportunità ma solo se sapete cogliere le occasioni e sfruttare lo spazio a disposizione. Entrare a far parte di una comunità di affari di persone ha i suoi vantaggi, che si tratti di un piccolo consiglio amichevole su come usare la macchina fotocopiatrice, o l’introduzione di un contatto utile. L’atteggiamento nei confronti del posto di lavoro sta cambiando, e lavorare da casa ha i suoi limiti. Per portare la vostra attività al livello successivo, è il momento di prendere in considerazione di tornare in ufficio.

Sette spunti per rendere le aree di lavoro più produttive e stimolanti

lavoro-disabili-firenze-cooperativa-matrix1. Ridurre al minimo le distrazioni:
Con i nostri computer portatili, tablet e telefoni portiamo il divertimento con noi ovunque andiamo. Tutti questi dispositivi sono già distrazioni più che sufficienti, che potenzialmente abbassano la produttività e soffocano la nostra creatività. Per questo motivo il posto di lavoro non deve essere uno stimolo ulteriore alla distrazione. Basta mantenere le cose semplici, come le pareti pulite. L’arte per esempio è bellissima, ma uno spazio di lavoro non è un museo, e le opere d’arte a volte sono fonte di distrazione.

2. livello del suono
Vi piace lavorare con la musica? Qual è il livello di rumore che funziona per la vostra cultura aziendale o per le persone che utilizzano il vostro ufficio? Se avete un gruppo di ingegneri che indossano le cuffie non è necessario fare nulla. Ma se ospitate un mix di persone allora c’è bisogno di capire come ridurre il rumore. Se state progettando il vostro spazio ex novo è importante costruire soffitti sfalsati, in modo da creare diversi livelli di rumore. Oppure riservare delle aree telefono per chi non può fare a meno di usare un tono alto di voce.

3. Questioni di mobili
Se si sceglie di offrire un piano di lavoro non tradizionale, per dare un certo tono all’ambiente, è importante ricordarsi che le persone devono lavorare e potersi muovere con agilità. Le sedie devono abbondare e i coworkers devono avere la possibilità di sedersi o stare in piedi anche per la loro salute e non solo per la loro produttività.

4. Cercare la luce
Niente batte la luce naturale, ma non sempre vi è il lusso di averne in abbondanza. Non lesinate sulla luce e fornite fonti di illuminazione; le lampade per esempio possono essere divertenti e funzionali, inoltre sono facili da muovere e poco costose. Per mantenere l’ambiente luminoso le pareti devono rimanere chiare, possibilmente bianche.

5. La vista
La vista è “l’opera d’arte” all’interno di un coworking. Il cortile è un valore aggiunto incredibile per i lavoratori. Se non è possibile fornire uno spazio verde, cercate di crearne uno con piante e elementi naturali.

6. Divertitevi
Le persone spesso vogliono giocare con le mani quando hanno bisogno di una pausa. Fornite distrazioni tattili; puzzle, luci, pannelli. Un modo per tenere il cervello in una direzione diversa e prendere una pausa dal vostro schermo.

7. Fresco e pulito
Serve alla salute ancor prima che al nostro business. L’ambiente deve essere ossigenato ed i lavoratori devono poter respirare un’aria “non viziata”. Non sottovalutate inoltre la pulizia dell’ambiente, necessaria almeno una volta a settimana.