Archivio tag: spazi

Ufficio alla giornata: i coworking e i caffè

Coworkingfor - articolo 0331L’affitto della sede a giornata è una tendenza in costante aumento, a riprova che la rivoluzione in tema di spazi di lavoro continua ed è giunto il  momento di ripensare completamente il nostro rapporto con il nostro ufficio.

Con l’emergere del consumo collaborativo e l’arrivo sul mercato del lavoro della generazione nativa digitale, il design dello spazio in cui si esercita la professione è cambiato. La struttura è stata sostituita con l’uso; si è abbandonato lo stile di vita sedentario, a favore della mobilità.

Oggi un computer e uno smartphone come strumenti di lavoro sono sufficienti; gli incontri faccia a faccia si fanno sempre più rari, a favore delle riunioni online. Più convenienti e meno dispendiose a livello di tempo.  Continua a leggere

Coworking a SanFrancisco: ingegneri e scienziati condividono spazi e idee

45f06ed2-a4fc-4be0-a5e9-9049713c080cThe Embassy è una delle nuove “comuni” di San Francisco, abitate da persone che lavorano per la scienza o nel campo dell’ingegneria, della tecnologia, del design e della medicina.

La richiesta per l’affitto va affidata a Internet, con foto, curriculum e lettera motivazionale. I prezzi, nella fase della crisi abitativa più importante della storia di San Francisco, sono in linea col mercato (dai mille ai 2 mila dollari, in base alla dimensione della camera). Gli inquilini valutano il profilo della persona: si cercano individui creativi «o che abbiano una personalità interessante per la comunità», dice Ben Provan, che ha iniziato il progetto con i suoi due coinquilini un anno e mezzo fa. «Abbiamo messo insieme un gruppo di persone che condividano gli stessi valori». Al numero 399 di Webster Street vivono oggi dodici «residenti» e sei ospiti, persone in viaggio che hanno avuto la fortuna di affittare una stanza per un breve periodo, assaggiare la vita californiana di città, per poi ripartire (per gli ospiti la camera ha un costo di circa 59 dollari al giorno e possono godere di tutti i comfort della casa, che vanta anche una piccola pista da bowling e una stampante in 3D). Continua a leggere

Ho un’idea ma non lo spazio in cui metterla in pratica: mi aiuta City-hound

454454802_640-624x351Un vecchio proverbio dice “Chi ha i denti non ha il pane e chi ha il pane non ha i denti”. Oltre a suscitare migliaia di derivazioni dialettali e altrettanti aforismi molto più raffinati che pane al pane, per rimanere in tema, hanno lo stesso significato, potrebbe trovare un’applicazione pratica specialmente per chi ha le idee ma non ha un “dove” e viceversa.

Sì perché “City-hound: segugi urbani per un’urbanistica Open source” è un nuovo social network nato dall’idea di tre giovani architette: Nina Artioli, Alessandra Gloria Lanza ed Eliana Saracino dello studio T Spoon di Roma lanciato per individuare le aree delle nostre città che non sono utilizzate e farle gestire temporaneamente da quei cittadini attivi che hanno delle idee ma non hanno degli spazi dove svilupparle. Il I Municipio di Roma sperimenta il sistema. Continua a leggere

Contro la crisi, Ferrara sceglie il coworking

Sulla scia di quanto già avvenuto a Milano, ora anche Ferrara ha deciso di istituire un piano di sviluppo per l’attività di coworking. Il presidente della Camera di Commercio della città estense ha infatti annunciato di voler favorire i giovani che, per la nascita e lo sviluppo di una nuova impresa, decidono di condividere esperienze e progetti con altri, risparmiando sui costi di avvio.ferrara
Il Piano conterrà due misure di intervento: la prima finalizzata alla costituzione di un Elenco qualificato di soggetti fornitori di servizi di coworking; la seconda diretta all’erogazione di incentivi economici, a parziale copertura delle spese sostenute, presso gli spazi facenti parte dell’Elenco qualificato.
Il progetto del comune di Ferrara conferma una volta di più il vero e proprio boom nel settore del coworking, che anche in Italia comincia ad attirare l’interesse e l’attenzione delle Istituzioni e delle amministrazioni locali. Il lavoro condiviso è ormai una vera e propria risorsa, in grado di favorire anche nel nostro Paese una rivoluzione del modi di lavorare e un mezzo per contrastare la disoccupazione.

Per ulteriori informazioni e dettagli sull’iniziativa, oltre che i requisiti specifici per aderire, potete leggere il comunicato ufficiale, sul sito della Camera di Commercio di Ferrara.

Ambiente e innovazione: dal coworking nuove idee per il recupero di spazi dismessi


Spazi dismessi: dal coworking una nuova iniziativa per lo sviluppo sostenibile che abbraccia non solo le persone e le loro idee, ma anche gli spazi dimenticati nelle nostre città e nelle aree rurali. Dai periodi di crisi nascono sempre nuove idee e opportunità, soprattutto in tema di ambiente in un’ottica di valorizzazione e recupero. Una filosofia che si applica, in primis, proprio a spazi – abitazioni private, cascine, fabbriche o piccoli luoghi un tempo fucina dell’artigianato di qualità – abbandonati da tempo e che chiedono di essere riscoperti. E valorizzati. Da qui il progetto del Comune di Milano, rivolto a 16 cascine da riqualificare con progetti (i bandi sono già stati depositati) di attività sociali, agricole, di accoglienza cui si affiancano incubatori di impresa e luoghi per il coworking.

Continua a leggere