Archivio tag: design

Sharing Working Place: disegna la tua postazione ideale di coworking

SharingWorkingPlaceUn concorso ad hoc per disegnare la tua postazione di coworking. Lo ha pensato l’associazione Millimetri, che promuove un concorso di design per studenti, giovani architetti e designer emergenti. I partecipanti dovranno esprimere la loro creatività progettando “una postazione di lavoro” destinata proprio al coworking. I lavori dovranno essere consegnati entro il 10 giugno.

Come racconta il sito professionearchitetto.it, l’obiettivo della competizione è cercare idee innovative per la realizzazione di elementi di arredo da destinare allo spazio co-working che sta nascendo a Pescara nell’ambito del Progetto Starthub, finanziato dall’ANCI (comuni italiani).  Continua a leggere

A Londra, spunta un coworking sull’albero

TreexofficeLo abbiamo già detto, il coworking è un mondo in ascesa e i suoi sviluppi sono imprevedibili. Questa volta a far parlare di sé è uno spazio provvisorio, innovativo ed eco-friendly che come una navicella spaziale, si è materializzato un mattino nel bel mezzo di un parco londinese, così come racconta la fonte Artribune

Si chiama TREExOFFICE e ha aperto nel parco di Hoxton Square, nella zona est della città, in occasione del London Festival of Architecture. Progettato da artisti e designer per lavorare immersi nel verde, lo spazio è stato costruito attorno ad un albero ed è dotato di elettricità, connessione wi-fi e di otto postazioni per co-workers. La struttura portante è stata realizzata con carta pressata e pannelli traslucidi in policarbonato apribili, per delimitare un confine permeabile tra l’ambiente naturale esterno e lo spazio di lavoro. Anche per la copertura si è scelto un materiale trasparente, così da permettere alla luce naturale di filtrare all’interno.

Ed ecco un nuovo concetto di ufficio che cambia il modo di lavorare in città, parafrasando le parole dello studio Tate Harmer, che è stato coinvolto nella progettazione della struttura. Il design, l’ecosostenibilità del progetto sono un valore non solo per il verde cittadino, ma anche per la città e il suo modo di abitarla.

L’ufficio pop-up resterà operativo per i prossimi sette mesi e il ricavato dell’affitto delle postazioni sarà investito per valorizzare altri parchi e zone verdi di Londra.

Coworking e design: idee e oggetti per abbellire il vostro spazio

Ecco un particolare insieme di idee e oggetti per organizzare il vostro coworking, renderlo più funzionale e perché no, anche più bello. Una vera e propria esplosione di fantasia

Il muro dedicato, o la lavagna, sono il must have di qualsiasi spazio, essenziali per condividere le espressioni dei coworker, di qualsiasi genere.

Paper-Roll-Dispenser-George-and-Willy-1

Le decorazioni a volte sono lì a portata di mano e non necessitano altro che le nostre abili mani, la regola? Trasformare il brutto in bello.

418b77646043b9c0d3fb9701d038757f

Giocare con il cablaggio. I fili sono ovunque in un coworking space, allora perché non ironizzare su questo aspetto? 

8db93870eca881e572221a882189e231

Sicuramente è una decorazione costosa ma potrebbe essere risolutiva in alcuni luoghi. Ecco i muri assorbi suono per non disturbare i vicini di scrivania.

ba2bf9507533bbc2a3691dd8ebb08d53

Gli stickers sono simpatici e a buon prezzo, e a volte riescono a rendere gradevole anche un dettaglio. Attenzione però, non abusarne.

f93b55699a47fecef98ea52af75de0cf

 

Lo storytelling? Tutta una questione di design

Di seguito riportiamo l’articolo del nostro amico e collega coworker Luca Nicola, consulente di comunicazione e copywriter.

origin_12069499276Creare una storia avvincente è un problema di Design. Ad affermarlo è Adam Westbrook in un post segnalato da Giuseppe Granieri e non a caso intitolato Storytelling+Design Thinking.

Ma cosa hanno in comune la creazione di una storia e il design di un oggetto? In entrambi i casi, prima di iniziare a scrivere devi chiederti: come faccio a progettare in una logica di User Experience? Risposta: devi creare un flusso narrativo che tiri dentro il tuo pubblico, senza limitarti a una semplice disposizione logica dei fatti.

Quindi briglia sciolta alla fantasia? Niente affatto. Design Thinking significa scegliere un approccio disciplinato, oggettivo e metodico per risolvere un problema di progettazione. Continua a leggere

Dall’11 al 13 aprile torna “Writing. Design on your desk”

Writing_2014_LogoWriting. Design on your desk è l’iniziativa che accoglie il meglio della produzione italiana e internazionale dello stationery design
 e dei prodotti da scrivania: un’accurata selezione dei prodotti dei migliori brand del settore raccolti e proposti in modo inedito.

Ma soprattutto Writing. Design on your desk è un format espositivo, promozionale, commerciale e culturale dedicato alla progettazione di quei piccoli strumenti per scrivere, lavorare, appuntare, disegnare che ci tengono compagnia ogni giorno, che ricerchiamo con grande passione, che usiamo con cura maniacale. Continua a leggere

Una mostra sul “riuso” nello spazio coworking ri-place di Perugia

893445_618992208115440_639020986_oL’interattivo e multimediale spazio di coworking perugino, il ri-place coworking point di corso Cavour, ospiterà oggi, sabato 30 Novembre, dalle 17,00 alle 20,00, uno straordinario percorso d’autore, una mostra dal titolo Foo reusedesign. L’idea progettuale, dell’architetto Barbara Bagaglia, nasce dalla riflessione sulla durata della vita di alcuni oggetti di uso comune e sul peso in termini di inquinamento derivante dal loro smaltimento, una volta diventati rifiuti.

Una sintesi dunque tra ricerca artistica e sensibilità etica alla base dell’evento. Si parla infatti di riuso, piuttosto che di riciclo, riferendosi alle bottiglie di plastica raccolte grazie ad appositi contenitori sparsi per le vie del centro storico e in varie zone della periferia della città; trasformando la loro vecchia funzione in un nuovo riutilizzo, pensato e utile, che segua l’idea di un design contemporaneo e creativo, senza per questo diventare mero oggetto d’arredo.

Un ripensamento della forma, portatrice di nuovi contenuti comunicativi, ma realizzati senza mortificarne la materia, per una concezione del design che guarda al futuro e alle tematiche di tutela dell’ambiente.

L’esposizione supera la concezione classica di arredamento, per abbracciare una filosofia che guarda alla funzionalità, ma nel rispetto dell’identità degli ambienti e delle persone che lì abitano. Una particolare attenzione è rivolta alla provenienza e alla eco-sostenibilità dei prodotti; le linee sono infatti realizzate in materiali naturali e di certificazione controllata.

La mostra sarà accompagnata dal brindisi della Fondazione Lugarotti, e fruibile in contemporanea negli spazi di ri-place (Corso Cavour 224) e Koti Design House (Corso Cavour 110).

 

Di design italiano la prima bicicletta al mondo a pedalata basculante

bike_luis-1La prima bicicletta al mondo a pedalata basculante si chiama Giano, e ha un design tutto italiano; il suo inventore infatti è l’imprenditore Luigi De Falco, presidente del gruppo H2Biz.

Il principio fisico è lo stesso delle finestre basculanti; la differenza è che il movimento è prodotto in orizzontale, per permettere alla bici di avanzare. Costruita in fibra di carbonio, kevlar e magnesio, la ruota posteriore oscilla intorno a un asse, chiamato corona, e l’oscillazione produce una forza che la corona trasforma in movimento. Continua a leggere