Archivio tag: bando

Cultura e media in Europa

Schermata 2015-07-16 alle 09.59.53Un bando senza scadenza della Fondazione Cariplo

Il problema
I fondi europei a gestione diretta rappresentano per il terzo Settore un’opportunità in termini di risorse, apprendimento, conoscenze, relazioni e impatti; nel campo della cultura, la progressiva e significativa riduzione dei fondi pubblici rende questa possibilità ancora più preziosa e attraente.

In un recente sondaggio promosso da Fondazione Cariplo è emerso come prioritario, anche da parte degli operatori culturali, il bisogno di un sostegno alla candidatura di progetti sui bandi eu- ropei. Alcuni fattori, più di altri, sembrano incidere negativamente sull’esito di molte proposte italiane

• la difficoltà nel reperire le quote di cofinanziamento nazionale,necessarie per candidare progetti solidi e convincenti;

• la tendenza a presentare progetti di scarso respiro europeo, senza quindi aver sviluppato effettive relazioni internazionali né attivato reali processi di cooperazione.

Obiettivi del bando
Questo nuovo strumento erogativo a carattere sperimentale, si propone di concorrere al miglioramento della qualità, della sostenibilità e, di conseguenza, delle performance dei progetti presentati sui bandi europei da parte delle organizzazioni culturali operanti nel territorio di riferimento di Fondazione Cariplo.

Linee Guida
Il bando richiede che i progetti, anche in forma non definitiva ma comunque a uno stadio avanzato di elaborazione, vengano sottoposti a Fondazione Cariplo prima della loro candidatura a europa Creativa. la Fondazione, sulla base dei criteri di ammissibilità e di merito illustrati di seguito, individuerà le proposte cui assegnare un contributo a titolo di cofinanziamento.

Soggetti ammissibili
organizzazioni culturali di natura privata nonprofit, che abbiano sede legale e operino prevalentemente nel territorio di riferimento di Fondazione Cariplo e che vantino almeno 2 anni di attività costante e dimostrabile nel settore. Continua a leggere

Coopstartup. Nuove imprese crescono

SLIDE2Aperto dal 1 Maggio al 31 Luglio il bando di concorso lanciato da Unicoop Tirreno, in collaborazione con Coopfond, per contribuire alla formazione di nuove imprese cooperative.

Coopstartup Unicoop Tirreno è il progetto che la Cooperativa lancia in occasione del 70° compleanno per favorire l’incremento dell’occupazione giovanile.

L’iniziativa è rivolta a gruppi composti da almeno 3 persone, in maggioranza con meno di 35 anni, che intendano costituire un’impresa cooperativa o che la abbiano costituita nel 2015 nelle aree di attività di Unicoop Tirreno (province di Massa Carrara, Lucca, Livorno, Grosseto, Terni, Viterbo, Roma, Frosinone, Latina, Napoli, Caserta, Avellino).

L’obiettivo è quello di dare un contributo concreto, anche economico, allo sviluppo di idee imprenditoriali da realizzare in forma cooperativa. Saranno privilegiate le idee che propongono l’introduzione di innovazioni tecnologiche, organizzative o sociali, con particolare riferimento agli ambiti considerati prioritari per l’Unione europea. Continua a leggere

Milano, SpeedMIUp alla ricerca di nuove start up innovative

speedmiupokAnche per quest’anno chi ha un’idea di business innovativa, può proporla a Speed MI Up, l’Officina di imprese e professioni specializzata nello sviluppo di competenze di business e management. Ha preso il via il bando 2015 dell’incubatore di imprese dell’Università Bocconi che, insieme al Comune e alla Camera di Commercio, avvia le selezioni per cercare le start-up da accompagnare e sostenere attraverso un percorso lungo due anni.

Per partecipare al concorso e tentare di entrare a far parte del progetto c’è tempo fino al 16 aprile 2015, termine ultimo delle iscrizioni. A differenza di altri incubatori, Speed MI Up non entra nel capitale della startup preservandone nel tempo il valore e la libertà imprenditoriale. Continua a leggere

Dal comune di Milano nuove misure in favore del coworking

skylineIl Comune di Milano prosegue anche per quest’anno con la politica di incentivi e promozioni per quanti – professionisti, startupper, partite Iva – decidono di lavorare in coworking, rilanciando (come avvenuto nel 2013) il bando per ottenere un contributo di 1500 euro. Pubblicato sul sito internet del Comune (clicca qui per visualizzarlo), il bando rientra nel settore dell’Innovazione Economica Smart City e Università e si suddivide in tre settori:

Misura A.
Aggiornamento dell’elenco qualificato di soggetti fornitori di servizi di coworking nella Città di Milano
Possono presentare richiesta di inserimento nell’elenco qualificato i soggetti in possesso alla data di presentazione della domanda dei seguenti requisiti:
- essere un’impresa regolarmente iscritta nel Registro delle Imprese di Camera di Commercio oppure essere Fondazione/ Associazione riconosciuta;
- avere sede operativa, nella quale vengono offerti i servizi di coworking, nel Comune di Milano. Continua a leggere

Bolzano: 1 milione di euro per start up e ricercatori

70e18b0f3d1d111951cd705c268080eeL’Assessorato all’Innovazione della Provincia autonoma di Bolzano – Alto Adige ha deciso di favorire la capitalizzazione e la creazione di nuove imprese innovative da costituire, che presentino un elevato contenuto tecnologico e creino valore aggiunto in Alto Adige. Viene richiesta la partecipazione al capitale di un Business Angel o di un Venture Capitalist.

Aree tematiche
I progetti di impresa devono riguardare le seguenti aree tematiche prioritarie:
tecnologie relative a risorse sostenibili: energie rinnovabili, risparmio energetico, edilizia ecosostenibile, tecnologie ambientali, mobilità eco-sostenibile, sistemi di trasporto e logistica per servizi di vicinato, tecnologie per l’ambiente alpino, benessere, salute e alimentazione, industria creativa;
tecnologie trasversali: informatica e comunicazione, automazione, microelettronica, elettronica, microrobotica, meccatronica, nuovi materiali e nano-tecnologie, con particolare attenzione alle applicazioni nei settori tradizionali dell’economia altoatesina.

Beneficiari
Micro imprese e piccole imprese costituite in forma di società di capitali da non più di tre anni dalla data di presentazione della domanda di partecipazione al presente Bando, che non hanno ancora distribuito utili, che non sono state costituite a seguito di fusione e che non sono quotate in borsa, con unità produttiva in Italia, o in un altro Paese dell’Unione Europea, o in Svizzera;

Ricercatori universitari o scientifici, oppure laureati in materie tecnico-scientifiche o economiche con residenza in Italia, o in un altro Paese dell’Unione Europea, o in Svizzera, che intendono avviare un’attività di impresa. In questo caso il nuovo soggetto giuridico deve essere costituito in forma di società di capitali entro tre mesi dalla data di ricevimento della comunicazione dell’ammissione all’aiuto da parte dell’Ufficio 34.1 Innovazione, ricerca e sviluppo.

I beneficiari si devono impegnare a stabilire un’unità produttiva e a svolgere sul territorio provinciale l’attività principale per un periodo minimo di tre anni dalla data di avvio della realizzazione del business plan. Continua a leggere

Bando Reti per Expo

EXPO 2015.Posa della prima pietra al cantiere  di Rho FieraPer il martedì delle possibilità presentiamo il bando Reti per Expo.

Si fa un gran parlare dell’esposizione del 2015, e c’è una grande attesa non solo per la visibilità ma anche per le opportunità che si creeranno. A nostro avviso il seguente bando risulta molto interessante per il nostro settore e lo segnaliamo con interesse.

Si tratta di un concorso rivolto a micro, piccole e medie imprese, con sede legale e/o sede operativa nella provincia di Milano, che si aggregano in rete. La rete deve essere composta da almeno tre imprese, la maggioranza delle quali (metà + 1) abbia sede legale e/o operativa nella suddetta provincia.

Si cercano imprese che presentino progetti di rete innovativi, in grado di ampliare e migliorare l’offerta di beni e/o servizi capaci di accrescere l’interesse e la competitività del territorio in vista dell’evento Expo:

• PRODOTTI/SERVIZI: Interventi mirati ad ampliare e innovare l’offerta di beni e servizi a disposizione, in occasione dell’EXPO

• RICETTIVITÀ E SMART CITY: Interventi mirati a migliorare, in vista di EXPO, la ricettività, l’attrattività e la vivibilità del territorio Continua a leggere

Milano: il comune apre un bando per assegnare sei spazi

yatta-fai-da-noi_lowIl comune di Milano ha stabilito di assegnare sei spazi demaniali vuoti attraverso un bando. Cinque di questi spazi sono situati in via Pescara 44, mentre il sesto spazio è in via Rimini 23.

Per quanto riguarda lo spazio di via Rimini, sarà destinato ai giovani, mentre il comune rimetterà a nuovo i locali a proprie spese. E’ possibile concorrere creando anche “gruppi informali”, cioè realtà aggregate non ancora costituite in associazione formale. Il canone annuo è fissato in poco più di mille euro (1.019,36 per la precisione). Continua a leggere

A Prato fioriscono nuove idee: il bando #StartUPrato

004Innovare, creare network professionali e spingersi  verso prospettive internazionali è oggi la chiave vincente per un imprenditore 2.0: da qui nasce il bando #StartUPrato, ideato e promosso dallo studio BBS-pro, aperto da giovedì 10 luglio ed attivo fino al 10 settembre 2014. BBS-pro ha pensato di credere nel coworking, a cui è dedicata un’apposita area dello studio, guardando alle realtà internazionali. Continua a leggere

250 mila euro per gli startupper bresciani

startup-notepadLa Provincia di Brescia ha attivato da pochi giorni il bando “Internazionalizzazione e Innovazione 2014”, destinato alle piccole o medie imprese, che operano nel territorio provinciale, prevedendo un budget complessivo di 250 mila euro.

Le risorse sono destinate a garantire incentivi in due ambiti operativi: Continua a leggere

In Lombardia sostegno all’avvio di start up culturali e creative

culturaPubblicato il bando “Sostegno all’avvio di start up culturali e creative in Lombardia: accesso a fondi pre-seed”, con il quale Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e le Camere di Commercio di Lecco e Cremona, intendono favorire l’avvio di start up culturali e creative in Lombardia, nell’ambito dell’Accordo di Programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo – Asse I “Competitività delle Imprese.

Il bando prevede contributi a incubatori d’impresa, centri di coworking, Fab Lab e aziende speciali o partecipate delle Camere di Commercio lombarde per contribuire all’abbattimento dei costi sostenuti dagli aspiranti imprenditori del settore culturale e creativo presso queste strutture. Continua a leggere