Isola delle idee, un coworking rurale nel cuore della Sardegna

Sardegna - Coworking ruraleokUno spazio multidisciplinare con una impronta rurale, che si propone di far rivivere i fasti dell’ex Centro pilota ISOLA, nel comune di Atzara, nel nuorese. Stiamo parlando de “L’Isola delle idee. Coworking rurale. Job and sustainable development”, nato con l’obiettivo di realizzare le condizioni necessarie “allo sviluppo e all’incremento” del lavoro imprenditoriale. Con un occhio di riguardo per i giovani e le donne che decidono di investire sulla propria capacità di impresa e fare business.

A raccontare il nuovo centro è il sito sardiniapost.it, secondo cui fra gli obiettivi primari dello spazio vi è quello di contrastare la disoccupazione giovanile e arginare il processo di spopolamento che emerge con maggior forza nelle aree rurali, montane e nell’entroterra del Bel Paese.

Da qui la scelta del piccolo comune di Atzara – poco più di mille gli abitanti – di puntare sul coworking e dar vita a questo spazio, definito un “piccolo incubatore dalle grandi possibilità”.

“L’idea messa in campo con questa progettualità – spiega il sindaco Alessandro Corona – intende contrastare tali fenomeni, attraverso la creazione di un servizio innovativo che può ampliare le possibilità di scelta per i giovani e per gli imprenditori locali. In particolare in questa fase di crisi, il coworking offre loro un luogo dove essi possono crescere e imparare” in un’ottica di sostenibilità.

La struttura non sarà solo uno spazio dedicato al lavoro condiviso, ma diventerà al contempo un laboratorio per la creatività artigianale per non disperdere il patrimonio culturale e artistico caratteristico del centro della Sardegna.

Un laboratorio nato e pensato come una “scuola civica”, per fornire sostegno operativo e logistico agli artigiani di tutto il territorio, chiamati a valorizzare e trasmettere ad altri le conoscenze in una realtà in grado di rafforzare interazione e integrazione. Il laboratorio sarà integrato con lo spazio di coworking e promuoverà azioni volte allo sviluppo turistico e agroalimentare.

Infine, il progetto intende anche ridurre le disparità territoriali e favorire una società inclusiva con una forte presenza di donne e giovani, ai soggetti svantaggiati e diversamente abili. Lo spazio è stato studiato per essere efficiente anche da un punto di vista energetico, con l’utilizzo di energie rinnovabili per una realtà il più possibile autosufficiente.

“L’Isola delle idee” si inserisce nel progetto di rete presentato dai comuni di Aritzo, Atzara (Capofila) e Tonara. Si propone – tra gli altri – di innescare un processo di sviluppo che coinvolga l’intero territorio della Comunità Montana del Gennargentu e Mandrolisai e del Distretto Sanitario di Sorgono grazie a un finanziamento complessivo di circa due milioni di euro.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>