Gli amori – in ufficio – ai tempi del coworking

Coworkingfor - amore e ufficioDa sempre l’amore fra colleghi, coltivato fra scrivanie e pause caffè, è un tema delicato per aziende e imprese. In special modo in questa stagione primaverile, quando i sensi cominciano a risvegliarsi e i vestiti pesanti dell’inverno lasciano spazio a mise decisamente più “leggere”. E se i capi non vedono certo di buon occhio le “liaisons dangereuses” perché rischiano di far diminuire al produttività, si può dire che sia cambiato qualcosa con l’avvento del cowoking? Un approfondimento in materia pubblicato da Bureaux À Partager prova a spiegarlo…

Secondo la ricerca più del 28% degli spazi di coworking hanno visto la formazione di coppie al loro interno. E la cosa non dovrebbe stupire, visto che i luoghi di lavoro sono ormai, oggigiorno, il “posto più propizio” per incontri di tipo sentimentale o passionale.

Inoltre, sono anche gli spazi in cui si trascorre la maggior parte della vita attiva: il 56% trascorre più di 9 ore nei luoghi di lavoro; il 14% arriva a toccare le 11 ore al giorno, ben più della metà del tempo trascorso “da svegli”.

Il via vai all’interno, fra colleghi, fornitori, clienti e visitatori, favorisce l’incontro… del resto lo scambio umano è la base e la prima regola del commercio. E ancora, non è affatto improbabile che all’interno di una stessa realtà lavorativa vi siano persone che condividono i medesimi interessi. Senza contare il look e il desiderio di essere sempre curati e interessanti agli occhi altrui. Tutti elementi che aumentano le possibilità di incontro, conoscenza e scambio.

Tuttavia, l’amore (e il sesso) all’interno dei luoghi di lavoro resta un tabù; basti pensare che negli Stati Uniti, la patria del puritanesimo, alcune aziende hanno proibito espressamente nel contratto di lavoro rapporti “troppo stretti” fra dipendenti. E le relazioni, clandestine e non, possono avere pesanti ripercussioni sulle carriere…

Per gli esperti del settore sono troppe le implicazioni, troppi i rischi, i risvolti negativi e le conseguenze nefaste per consentire amori fra colleghi. Per questo è meglio evitare di farsi coinvolgere, o perlomeno è preferibile cercare di essere discreti. Ma soprattutto, è sempre bene distinguere in modo netto fra vita professionale e sentimentale… se ne siete capaci!

Con il coworking molte dinamiche sono cambiate, gli equilibri modificati e i rapporti di forza stravolti. Ma anche in un contesto interattivo e informale come questo, vale sempre la pena tenere a mente elementi quali la discrezione, la professionalità e gli equilibri di gruppo (o comunità).

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>