Archivio mensile:marzo 2016

Ufficio alla giornata: i coworking e i caffè

Coworkingfor - articolo 0331L’affitto della sede a giornata è una tendenza in costante aumento, a riprova che la rivoluzione in tema di spazi di lavoro continua ed è giunto il  momento di ripensare completamente il nostro rapporto con il nostro ufficio.

Con l’emergere del consumo collaborativo e l’arrivo sul mercato del lavoro della generazione nativa digitale, il design dello spazio in cui si esercita la professione è cambiato. La struttura è stata sostituita con l’uso; si è abbandonato lo stile di vita sedentario, a favore della mobilità.

Oggi un computer e uno smartphone come strumenti di lavoro sono sufficienti; gli incontri faccia a faccia si fanno sempre più rari, a favore delle riunioni online. Più convenienti e meno dispendiose a livello di tempo.  Continua a leggere

Milano nasce Cohub, la casa della collaborazione

10303752_946060385492309_6022122942661471742_nOggi 21 marzo 2016 prende vita a Milano, in Vicolo Calusca 10, il Cohub – La Casa della Collaborazione di Milano.

Un luogo dedicato all’economia collaborativa, pensato per accelerare e diffondere i valori e le pratiche che la contraddistinguono.

Sarà un servizio dedicato ad aziende, cittadini, amministratori e associazioni che desiderano approfondire i temi della sharing economy e sviluppare progettualità ad essa collegate.

Per l’occasione, oltre ai membri che compongono l’ATS di Cohub, interverrà anche l’Assessore Cristina Tajani.

Nel mese di Luglio 2015, l’assessorato alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca, ha aperto un bando dedicato ai membri della rete della Sharing Economy Milanese. Il bando era finalizzato alla realizzazione di un progetto per dare vita alla Casa della Collaborazione di Milano, un punto di riferimento per tutte le esperienze legate al mondo dell’economia collaborativa sul territorio Milanese e Metropolitano. Per questo il Comune di Milano ha messo a disposizione a titolo gratuito uno spazio fisico sito in Vicolo Calusca 10 (zona Darsena Navigli/ MM Porta Genova)

Fidia SRL, Collaboriamo e Welcome Pack, hanno raccolto la sfida di proporre una progettualità di due anni per la gestione della Casa della Collaborazione.

Dalla collaborazione con vari partner e con il Comune di Milano, è nato quindi Cohub Milano.

Nei prossimi due anni saranno proposte una serie di iniziative dedicate al tema della Sharing Economy, con: percorsi di formazione, incontri pubblici, dibattiti e progettazioni dedicati ad aziende, associazioni, start-up, singoli cittadini e tutti coloro che vogliono conoscere e implementare buone pratiche di economia della collaborazione.  Continua a leggere

Isola delle idee, un coworking rurale nel cuore della Sardegna

Sardegna - Coworking ruraleokUno spazio multidisciplinare con una impronta rurale, che si propone di far rivivere i fasti dell’ex Centro pilota ISOLA, nel comune di Atzara, nel nuorese. Stiamo parlando de “L’Isola delle idee. Coworking rurale. Job and sustainable development”, nato con l’obiettivo di realizzare le condizioni necessarie “allo sviluppo e all’incremento” del lavoro imprenditoriale. Con un occhio di riguardo per i giovani e le donne che decidono di investire sulla propria capacità di impresa e fare business.

A raccontare il nuovo centro è il sito sardiniapost.it, secondo cui fra gli obiettivi primari dello spazio vi è quello di contrastare la disoccupazione giovanile e arginare il processo di spopolamento che emerge con maggior forza nelle aree rurali, montane e nell’entroterra del Bel Paese. Continua a leggere

GoGoBus, per viaggiare (risparmiando) condividendo l’autobus

GoGobusokDopo la scrivania, l’auto (car-sharing e car-pooling) e lo scooter, oggi è arrivato il momento di condividere anche l’uso dei pullman. L’idea è venuta a due trentenni, Alessandro Zocca ed Emanuele Gaspari, menti e fondatori di GoGoBus, una piattaforma online – già attiva e pronta a partire il 7 marzo con le prime corse – che intende abbattere i costi di viaggio condividendo l’uso di autobus. L’obiettivo è quello di sfruttare i mezzi privati che, per ragioni diverse, viaggiano vuoti.

Per accedere ai servizi è necessario iscriversi, a titolo gratuito, al sito internet e proporre data e tratta del viaggio. A quel punto basta aspettare l’adesione di almeno 19 persone perché il viaggio abbia inizio. Solo nel caso in cui sia raggiunta la soglia minima dei partecipanti la piattaforma richiederà il pagamento, da effettuarsi online.  Continua a leggere