Archivio mensile:luglio 2014

Dove devi andare? Ti chiamo un pullman!

helsinki-at-nightVivere senza auto è possibile? Helsinki sarà una delle prime città car free d’Europa. Entro il 2025 grazie ad un sistema di trasporto pubblico ad alta efficienza gli abitanti non avranno più bisogno dell’auto di proprietà. Spostarsi con i mezzi pubblici sarà semplice, comodo, conveniente e on demand grazie a una speciale app.

La Finlandia è già attiva per permettere agli utenti di avere a disposizione nuovi servizi per la mobilità in tempo reale direttamente dallo smartphone, con prezzi competitivi rispetto al classico taxi. In un futuro non troppo lontano i finlandesi e i turisti potranno dire addio al pensiero di dover fare il pieno all’auto con cui si sposteranno. Con pochi click e pagando solo per il tragitto effettivo potranno arrivare comodamente in qualsiasi zona della città. Continua a leggere

Incubatore dell’innovazione nell’ex distilleria

distilleria-barlettaAttivare un incubatore dell’Innovazione e della creatività, oltre a laboratori per la formazione, la ricerca ed il trasferimento tecnologico, all’interno dell’immobile sito nell’ex Distilleria di Barletta.

E’ l’obiettivo del Protocollo d’Intesa stipulato in queste ore da Provincia di Barletta – Andria – Trani e l’associazione “Future Center Barletta – Bat”.

L’accordo prevede l’istituzione della Consulta Territoriale per lo Sviluppo del territorio, dove siano presenti associazioni di categoria, ordini professionali, organizzazioni del mondo imprenditoriale e sindacale, insieme ai rappresentanti delle istituzioni locali. Prevista anche la creazione della Scuola di Partecipazione per la diffusione ed il consolidamento di processi partecipativi, nonché per lo sviluppo di competenze di progettazione partecipata attraverso l’analisi e la sperimentazioni delle fasi, delle metodologie, degli strumenti e dei processi condivisi di pianificazione strategica e/o urbanistica. Continua a leggere

Puoi cercare lo spazio giusto anche in vacanza!

Woman text messaging with smartphone at beachL’estate sta finendo, e un anno se ne va…oppure sta iniziando?!? Non si capisce un granché col clima di questi giorni. L’aspetto positivo di tutto ciò è che le temperature poco estive ci hanno permesso di rimanere “sul pezzo” ed iniziare a pianificare le nostre attività al rientro dalle vacanze. Che fortuna, eh?!?

Comunque, sperando in giornate migliori, non dimentichiamoci che è possibile scaricare gratuitamente l’applicazione di Coworkingfor, sia per Android che per iOS. In questo modo, chi ha deciso di cambiare vita, di mettersi in proprio o semplicemente di riorganizzare i costi ed abbracciare il coworking, potrà cercare il suo nuovo ufficio già sotto l’ombrellone, per non arrivare impreparato a settembre! Continua a leggere

Vorrei aprire un coworking…cosa faccio?

office_space_03L’idea di aprire uno spazio coworking nasce da una specifica esigenza di creare degli ambienti di lavoro condivisi da liberi professionisti che svolgono lavori diversi all’interno di un ambiente unico.

Oltre a venire incontro alle esigenze dei lavoratori “solitari”, il coworking, non è inteso più soltanto come uno “spazio” da condividere, ma come una vera e propria cooperativa in cui i diversi lavoratori collaborano tra loro, pur svolgendo lavori diversi. Si tratta, infatti, di piccole comunità di lavoratori che, spesso, organizzano anche eventi al di fuori degli spazi del coworking stesso. Continua a leggere

Coworking anche da estetisti e acconciatori!

slide_1La Provincia di Alessandria sembra avere le idee chiare per quanto riguarda il coworking. Dopo l’apertura di Confindustria nei confronti delle startup, fa un altro passo in questa direzione.

La Confartigianato di Alessandria ha infatti proposto al Comune di Alessandria soluzioni di coworking per dare la possibilità, soprattutto ai giovani, di condividere un ambiente di lavoro mantenendo le attività indipendenti.  Continua a leggere

L’Azienda di design e comunicazione THE Studio vince il Bando Miur Startup

containerIl progetto Made In Container-Trasportiamo Cultura,  elaborato da THE Studio, giovane azienda di design e comunicazione con sede a Gioia Tauro (Reggio Calabria), è arrivato al primo posto tra i progetti presentati per il Bando Miur Startup. Primo step del progetto sarà il lancio on-line di un webmanifesto, dove si potrà visualizzare l’ambito di sviluppo del progetto stesso, quale l’architettura del container. Tale disciplina è in forte evoluzione e THE Studio intende promuovere il progetto proprio a Gioia Tauro, dove ha sede il più grande porto per container del Mediterraneo il cui terminal è gestito dalla Medcenter Container Terminal Spa (Gruppo Contship Italia), e grazie ad un protocollo di intesa con la società, THE Studio avrà la possibilità di studiare da vicino i containers presso un’area dedicata proprio all’interno di MCT. Continua a leggere

Le tecnologie “touchless” per i nostri smartphone

snapbackTouchscreen addio. In futuro basterà semplicemente soffiare sullo smartphone. Ma anche battere le mani o schioccare le dita, in prossimità del device. Tutto il resto lo fa l’innovativo sistema di Snapback (da snap schiocco), la startup che sviluppa interfacce innovative e che permettono di interagire senza bisogno di sfiorare ed appannare lo schermo con i polpastrelli. La startup del co-fondatore e ceo Giuseppe Morlino è stata selezionata nella sede di Luiss Enlabs da una giuria di esperti per partecipare (14 – 19 settembre), al boot-camp di Tel Aviv, dove a sua volta dovrà sfidare altre 20 startup vincitrici provenienti da tutto il mondo. Continua a leggere

“Non tieni una mucca in cantina se vuoi un bicchiere di latte”

car-sharingÈ così che la cooperativa svizzera Mobility pubblicizza il suo servizio di car sharing e ben rappresenta un nuovo stile di vita contemporaneo che preferisce l’utilizzo al possesso e che considera la proprietà non più come un privilegio ma quasi come un peso. “L’epoca della proprietà sta finendo, è cominciata l’era dell’accesso” preconizzava una decina di anni fa l’economista statunitense Jeremy Rifkin immaginando il passaggio da una rivoluzione industriale a una “rivoluzione collaborativa”, in cui i beni sono utilizzati per un breve periodo di tempo e messi in comune. Oggi, per citare le parole della studiosa e teorica del “consumo collaborativo” Rachel Bootsman, “siamo di fronte a una transizione dalla cultura dell’io alla cultura del noi”. Lei lo ha sintetizzato così: What’s mine is yours, titolo del suo libro. La parola d’ordine dei nuovi consumatori dunque è utilizzare insieme. E senza le “scocciature” che derivano dall’avere. Continua a leggere

Novità sul fronte startup

startupjpg_zpsbd92a909Ogni settimana, in Italia, le startup innovative hanno un incremento di circa cento unità. Si può quindi dire che se qualcosa si sta muovendo, lo sta facendo in questa direzione, con buona pace di pessimisti, tradizionalisti e altri “isti” che ora come ora servono a ben poco al nostro Paese.

Un boom senza precedenti, come ha rivelato il capo della segreteria tecnica del Ministero dello Sviluppo economico Stefano Firpo in occasione di Pitch on the beach, l’evento annuale in cui vengono presentate le nuove imprese digitali ospitate all’interno di TreataBit, preincubatore di I3P, il più ampio spazio di incubazione del Politecnico di Torino. Continua a leggere

A Roma il caffè a tariffa oraria

anticaf1E se invece di pagare per la consumazione e i servizi offerti cominciassimo a quantificare il costo sulla base della nostra permanenza in un locale? Un format francese, ma d’ispirazione russa, che ha ottenuto grande successo a Parigi e ora tenta di ripetersi nella Capitale, in zona San Giovanni. Luogo di incontro per riunioni di lavoro, studio, chiacchiere tra amici e progetti creativi, offre servizio internet, open buffet, bevande e caffetteria in un ambiente accogliente. Da quattro euro l’ora. Continua a leggere