Archivio mensile:novembre 2013

Una mostra sul “riuso” nello spazio coworking ri-place di Perugia

893445_618992208115440_639020986_oL’interattivo e multimediale spazio di coworking perugino, il ri-place coworking point di corso Cavour, ospiterà oggi, sabato 30 Novembre, dalle 17,00 alle 20,00, uno straordinario percorso d’autore, una mostra dal titolo Foo reusedesign. L’idea progettuale, dell’architetto Barbara Bagaglia, nasce dalla riflessione sulla durata della vita di alcuni oggetti di uso comune e sul peso in termini di inquinamento derivante dal loro smaltimento, una volta diventati rifiuti.

Una sintesi dunque tra ricerca artistica e sensibilità etica alla base dell’evento. Si parla infatti di riuso, piuttosto che di riciclo, riferendosi alle bottiglie di plastica raccolte grazie ad appositi contenitori sparsi per le vie del centro storico e in varie zone della periferia della città; trasformando la loro vecchia funzione in un nuovo riutilizzo, pensato e utile, che segua l’idea di un design contemporaneo e creativo, senza per questo diventare mero oggetto d’arredo.

Un ripensamento della forma, portatrice di nuovi contenuti comunicativi, ma realizzati senza mortificarne la materia, per una concezione del design che guarda al futuro e alle tematiche di tutela dell’ambiente.

L’esposizione supera la concezione classica di arredamento, per abbracciare una filosofia che guarda alla funzionalità, ma nel rispetto dell’identità degli ambienti e delle persone che lì abitano. Una particolare attenzione è rivolta alla provenienza e alla eco-sostenibilità dei prodotti; le linee sono infatti realizzate in materiali naturali e di certificazione controllata.

La mostra sarà accompagnata dal brindisi della Fondazione Lugarotti, e fruibile in contemporanea negli spazi di ri-place (Corso Cavour 224) e Koti Design House (Corso Cavour 110).

 

“Dove ho parcheggiato?”: da Nokia App utile per ansiosi e sbadati

XMAS Mall ShoppingUna applicazione su misura di sbadato. Perché a chi non è capitato, andando in un centro commerciale o in altro luogo affollato, di scordare dove si era parcheggiata, all’arrivo, la propria automobile. Con inevitabili scene di panico, attacchi di ansia e un girovagare infinto – magari carichi di pacchi e pacchetti – alla ricerca della vettura. Di recente le cronache hanno raccontato diffusamente la storia dell’operaio altoatesino, che da oltre un mese cerca disperatamente la propria auto persa a Monaco di Baviera, in Germania, dopo una sera all’Oktoberfest. Per questo Nokia ha pensato ad una App fatta su misura per boi: Here Drive, un funzionale navigatore che ti guida non solo per le strade, ma pure fra i dedali di un box multipiano, più intricato del leggendario labirinto di Cnosso.

Assieme all’innovativo sistema di navigazione elaborato dal colosso della tecnologia mobile, di recente sono state introdotte nuove funzionalità che corrono in soccorso di quanti dimenticano – troppo spesso – dov’è posteggiata la macchina. Grazie a “Trova la mia auto” inserita nella App di Nokia Here Drive, sarà possibile localizzarne in pochi secondi la posizione, con una precisione altissima. Continua a leggere

Share Cup: la Champions League dell’innovazione sociale, terzo settore e condivisione

side-football-field-weird-funnyBenvenuti al primo campionato di calcio a cinque del terzo settore, dell’innovazione sociale, degli spazi di coworking, di chi condivide, di chi si batte per migliorare le cose e anche di tanti altri. Si chiama Share Cup ed è un campionato amatoriale della durata di due giorni. Il save the date è per sabato 30 novembre dalle 17 alle 20 e domenica 1 dicembre dalle 16 alle 19 a Milano.

In campo si sfideranno 70 persone, rappresentanti del settore dell’innovazione, che si sono messe in gioco per il terzo Settore e non solo. Le squadre sono costituite da: gli innovatori sociali di Avanzi, i coworkers di Barra A e dello spazio di coworking The Hub. Tra le fila del sociale I Podisti da Marte e Action Aid, inoltre l’associazione di eventi urbani Non Riservato e infine Focus, gli organizzatori della manifestazione.

Il gruppo di giocatori è caratterizzato da persone specializzate nell’ideare e realizzare servizi sociali innovativi. I creatori, per esempio, di Critical City Upload, progetto che utilizza le tecnologie collaborative del web 2.0 per spingere i giovani a utilizzare le proprie città come campo d’azione di un grande gioco di trasformazione urbana.  Continua a leggere

Premio Gaetano Marzotto: l’orchestra dell’innovazione italiana

fondazione_marzottoGiovedì 28 novembre 2013 il gotha dell’innovazione italiana si riunirà a Valdagno, la città sociale in provincia di Vicenza voluta da Gaetano Marzotto, per decretare i 19 vincitori del concorso “Banda Larga, l’orchestra dell’innovazione italiana” che si aggiudicheranno un montepremi complessivo di 800 mila euro.

La manifestazione è dedicata all’imprenditoria illuminata di Gaetano Marzotto. Un momento importante per fare il punto sul sistema innovazione nel nostro paese e sul network costruito proprio intorno a questo premio. L’obiettivo è quello di creare le condizioni ambientali per un cambio di paradigma, sostenendo la nascita di nuove imprese.

Protagonisti, singoli soggetti, team, imprese che hanno un’idea imprenditoriale, in grado di generare una ricaduta economica e un impatto sociale positivo principalmente sul territorio italiano, con sede e base di sviluppo in Italia, ma capacità di crescita internazionale. Continua a leggere

Salerno, Good Wood 2013: Sostenibilità, Tecnologia, Innovazione

Listener-e1385400413737“Progetto Energia Zero” promuove dal 6 all‘8 dicembre l’evento Good Wood 2013. Sostenibilità, Tecnologia, Innovazione. La manifestazione è in programma a Salerno, nel Complesso Monumentale di Santa Sofia ed è incentrata sull’architettura e sul ruolo che essa svolge nella società. Le costruzioni urbanistiche sono infatti considerate attività umane con forte impatto ambientale: consumano energia, hanno un rapporto diretto con il clima, il freddo, il caldo, l’ambiente, il paesaggio e con gli stili di vita della gente.

La manifestazione, alla sua prima edizione, ha l’obiettivo di fornire un approfondimento tecnico/scientifico sulle caratteristiche e potenzialità degli edifici in legno, che coniugano il sapere antico con le modalità del costruire e del vivere contemporaneo, l’innovazione, la tecnologia e la sostenibilità.

Protagonista dei dibattiti, dunque, la materia legno: uno dei materiali da costruzione più innovativi della natura. Il legno infatti ha basso peso, ma fornisce una struttura portante molto forte rispetto alla sua leggerezza, è anche più resistente al fuoco di quanto siano acciaio e calcestruzzo. Ciò è dovuto al fatto che il 15% della sua massa è acqua, che evapora prima che il legno bruci. Inoltre assicura un buon clima interno, acustica perfetta, aiuta a regolare la temperatura interna e può essere esposto, senza essere coperto con gesso o altri materiali costosi. Continua a leggere

Roma, seconda nonConferenza nazionale sul coworking: Il Programma

Locandina_EC13Dal 6 all‘8 dicembre a Roma è in programma la seconda nonConferenza nazionale di coworking e lavoro. Nella prima giornata l’appuntamento si focalizza sul momento di incontro tra referenti dei centri di coworking italiani e la Pubblica Amministrazione. Il 7 dicembre è dedicato a tavole rotonde per progetti di sviluppo sul coworking e nuovi modi di lavorare. La domenica 8 al tour dei centri di coworking romani.

Ecco, di seguito, il programma dettagliato dell’evento:

Venerdì 6 dicembre, il coworking incontra la Pubblica Amministrazione. Saranno presenti rappresentanti di amministrazioni pubbliche che hanno già elaborato o avviato progetti a favore del coworking, attivando voucher e sinergie con soggetti privati. La giornata trascorrerà con i racconti dei rappresentanti delle PA, in dialogo aperto con i partecipanti alla nonConferenza.

Già confermati il Vice Presidente Massimiliano Smeriglio per la Regione Lazio, il Consigliere Filippo Barberis per il Comune di Milano, l’Assessore Giovanni Marani per il Comune di Parma, il Sindaco Marco Pichetto per il Comune di Veglio, l’Assessore Matteo Ferraris del Comune di Alessandria, Lorenzo Tragliavanti direttore CNA Roma e un referente della CNA di Parma. Saranno inoltre illustrati alcuni casi di coworking che stanno portando un significativo impatto sul territorio, come The Hub Roma e l’impatto sociale http://www.hubroma.net/ ; il caso Multiverso www.multiverso.biz/ su come funziona lo scambio di lavoro tra coworker, quello di lab121 www.lab121.org ad Alessandria sul mutualismo tra soci e l’impatto sociale di Riot Studio www.riotstudio.it/ a Napoli. La volontà è di aprire un dialogo costruttivo, fondato su esperienze concrete e finalizzato ad ampliare le occasioni di sinergia tra PA e coworking.

Sabato 7 dicembre ci sarà una grande condivisione delle esperienze di coworking made in Italy, finalizzate ad individuare le principali linee guida del movimento del coworking. Le tavole rotonde saranno focalizzate su temi fondanti del coworking (sostenibilità economica, gestione delle community, impatto sui territori) per sottolineare gli elementi comuni ai diversi cowork, con l’intento ultimo di trovare un indirizzo generale per la nascente rete nazionale.

Espresso Coworking sarà inoltre l’occasione per premiare gli studenti dell’Istituto Europeo di Design (IED) http://www.ied.it/roma/home di Roma per aver progettato uno spazio di coworking esterno, all’interno del cortile del cowork lab121 di Alessandria; il progetto era nato lo scorso anno durante la prima edizione della nonConferenza.  Continua a leggere

Sodalitas Challenge, il concorso che premia le idee sostenibili dei giovani

IdeeInnovIl bando si rivolge a giovani under 35 con idee innovative, sostenibili e in grado di generare nuova occupazione. Le idee più meritevoli verranno adottate dai Partner Tecnici per diventare start up di successo. In palio 200 mila euro in attività di coaching e formazione per i progetti che arriveranno in finale, nonché la possibilità – per tutti i partecipanti – di entrare a far parte di un database che le imprese aderenti a Sodalitas Challenge consulteranno per individuare nuovi talenti da inserire al proprio interno.

Gli incubatori che aderiscono all’iniziativa: H-Farm, Luiss Enlabs, Make a cube, Oltre Venture, PoliHub, Talent Garden, UniCredit.

Le business ideas potranno essere presentate da singoli candidati o da team multidisciplinari formati  da non più di 4 persone – tutti in possesso dei requisiti di ammissibilità indicati nel regolamento – facendo riferimento a uno solo degli ambiti del concorso:

Innovazione tecnologica: Progetti che utilizzano tecnologie innovative capaci di produrre un miglioramento significativo nel modo di fare impresa oggi. In questo ambito ci sono, ad esempio, progetti che possono provocare un salto di qualità nei processi e nell’organizzazione del lavoro sia di aziende manifatturiere che di servizi, nello sviluppo e utilizzo di nuovi prodotti o materiali.

Expo 2015: progetti innovativi e sostenibili sia legati all’evento di Milano che all’alimentazione in tutte le sue manifestazioni: dall’agricoltura alla trasformazione e conservazione, al consumo, alla ristorazione e alla enologia, al made in Italy, al cibo KM 0, alla dieta mediterranea, all’alimentazione come stile di vita sostenibile, a come combattere la fame nel mondo.

Ambiente ed ecosostenibilità: progetti orientati a risparmio di acqua, energia e territorio, utilizzo di energie rinnovabili e tutela dell’ambiente, mobilità sostenibile, raccolta, smaltimento e riciclo dei rifiuti, stili di vita ecosostenibili, miglioramento della qualità della vita nei centri urbani.  Continua a leggere

Pazza idea: pensiero creativo a Cagliari

Pazza-idea-pensiero-creativoPerché la Sardegna non sia solo protagonista delle cronache per calamità naturali, ci piace segnalare un evento che inizia in data odierna: un festival creativo che si terrà a Cagliari. L’appuntamento si chiama Pazza idea. Pensiero creativo ed è un progetto su libri e lettura che punta tutto sulla creatività, sui nuovi linguaggi, sull’attenzione e il coinvolgimento dei giovani lettori.

In programma dal 22 al 24  novembre 2013, per parlare di creatività non solo come estro artistico, ma come capacità di leggere il presente e affrontare il futuro; strumento di analisi e comprensione del quotidiano, arma di problem solving e di innovazione, ingrediente fondamentale per la creazione di un percorso professionale e personale autentico e proprio.

Oltre a incontri con scrittori, giornalisti, comunicatori, esperti di cultura digitale e new media, illustratori, registi che parleranno del loro approccio alla creatività, sono previsti sessioni di workshop pensati in particolare per giovani e giovanissimi sull’evoluzione dei linguaggi e delle figure professionali legate alla creatività.

Una rassegna che parla di creatività e nuovi linguaggi per raccontare il quotidiano che stiamo attraversando, i nuovi modi di fruire e vivere la letteratura, di contaminarla con altre modalità espressive, di passare dalla narrazione letteraria a una narrazione corale e condivisa, come è quella che viene dai social network e dalla rete, fino a parlare di comunicazione 2.0 e di cultura digitale.

Vari percorsi attraversano Pazza idea. Pensiero creativo e si intrecciano durante i tre giorni della rassegna, a partire da libri e letteratura con l’idea di trovare spunti di riflessione e momenti pratici in cui esplorare e sperimentare il nuovo che in un attimo è già realtà tangibile, innovazione. Nuovo che innanzitutto può arrivare da noi stessi, dalla capacità di inventare il nostro futuro e trovare nuove soluzioni usando il talento della creatività in modo pratico e utile, senza perdere il confronto con le generazioni passate.  Continua a leggere

Festival Immaginario 2013

IMMaginario_Logo_Fest_quadratoÈ iniziata ieri a Perugia la IV edizione del Festival Immaginario, in programma fino al 24 novembre. La kermesse è dedicata alla cultura come bene comune da condividere, che favorisca un giocoforza nuovo, potente, reattivo. Un mezzo per interpretare i cambiamenti nella narrazione delle storie al tempo della cultura digitale e il modo di sentire e pensare nell’era di internet.

Immaginario vuole superare il concetto tradizionale di festival e raccontare i nuovi linguaggi del cinema, della tv e dei new media.  L’appuntamento quest’anno propone un  format attentissimo al tema “Cultura”, come bisogno necessario di una comunità che deve ripartire da se stessa, dal proprio valore e dai propri attori sociali per sostenere un futuro possibile.

In programma laboratori, progetti in rete e creatività partecipata, che costituiscono parte integrante dell’identità di queste giornate. L’obiettivo è raccontare la transizione dal mondo analogico al mondo digitale, è raccontare il dialogo tra i padri analogici e i figli digitali, è raccontare la mutazione dei linguaggi e dei modi di pensare. Continua a leggere

Coworking e PA: il comune di Grugliasco promuove “Perturbazioni giovanili 3.0”

contest_giovani_creativi_digitali_formig_f2_15895_originaley121Perturbazioni Giovanili 3.0 siete nativi o creativi digitali“: è questo il nome del bando promosso dal Comune di Grugliasco, finalizzato a sostenere nuove professionalità e forme di lavoro. I protagonisti sono Coworking e pubblica amministrazione; due realtà che cominciano sempre più a comunicare fra loro, perché nell’attuale contingenza economica si rende sempre più necessario adottare soluzioni che promuovano la ricerca, lo sviluppo economico e il lavoro.

L’area di Torino e della Provincia, in questo caso Grugliasco, grazie all’Università, hanno le potenzialità per rilanciare una nuova progettualità economica, a partire da settori e modelli di lavoro innovativi in cui la componente giovanile è numerosa e qualificata. La PA parte dalla prospettiva dunque di privilegiare interventi in partnership tra vecchi e nuovi interlocutori, con idee e soluzioni creative e risorse dal mondo della rete.

L’efficacia di tali azioni si concretizza, dunque, nel sostenere, da un lato, le professionalità  tradizionali e dall’altro quelle forme di lavoro che stanno progressivamente emergendo. In quest’ottica il coworking, per le sue caratteristiche intrinseche – facilitazioni nell’attivazione di nuove imprese, creazione di reti e aggregazioni di soggetti con finalità economiche e/o sociali diverse – costituisce un approccio sempre più apprezzato e ricercato da parte di giovani che intendono avviare progetti individuali di impresa e da professionisti interessati al networking. Continua a leggere