Archivio mensile:ottobre 2013

Li-fi, il collegamento internet passa dalla luce

Li-Fi-TechnologyPer chi sogna un collegamento internet alla velocità della luce, dalla Cina arriva un nuovo esperimento che potrebbe (forse) trasformare presto questo desiderio in realtà. Un gruppo di scienziati del Paese del Dragone, riprendendo sperimentazioni analoghe del passato, ha stabilito una connessione che ha raggiunto la velocità di 150Mbit al secondo, usando come wireless… la luce! Un wi-fi illuminato, che viaggia senza fili, riprodotto in un laboratorio di Shanghai grazie a una tecnologia ribattezzata Li-Wi (Light-fidelity, per assonanza con la Wireless-fidelity).

A raccontare la sperimentazione è il Corriere della Sera, che riferisce di una prova effettuata dai ricercatori della Fudan University capaci di connettere al web quattro computer tramite un’unica lampada a LED da un Watt. Nella lampadina è stato inserito un chip, che ha inviato i dati a una frequenza dello spettro elettromagnetico visibile a occhio nudo. I dati viaggiavano in un fascio di luce intermittente, con rapidissime interruzioni; essi vengono poi catturati da un sensore sul pc – simile a una videocamera – che li trasforma per restituirli (comprensibili) al computer.

La velocità di base raggiunta nell’esperimento cinese è stata di 150 Megabit al secondo (Mbps), quindici volte i più diffusi Wi-Fi. Ma è possibile “allargare” questa banda già capiente, come in un esperimento condotto in precedenza presso il Fraunhofer Institut di Berlino, dove è stata toccata la velocità di 3 Gbps (pari a 3000 Mbps, trecento volte più veloce di oggi) usando lampade molto particolari. Continua a leggere

Milano, ecco le isole digitali ed i loro servizi:

Le Isole Digitali dove navigare gratuitamente in wifi e noleggiare una auto elettrica - 29Nel capoluogo meneghino hanno aperto le Isole Digitali, totem interattivi che permettono di accedere a servizi di informazione e accoglienza virtuale. Per adesso 15 spazi in tutto, destinati ad aumentare, sparsi per la città e che offrono una serie di servizi utili.

Veri e propri luoghi di condivisione tecnologicamente evoluti, essi permettono di ottenere un’ampia gamma di servizi: informazioni, charging points, rete wi-fi, bike sharing, panchine, videosorveglianza, quadricicli elettrici, nonché  punti di accoglienza virtuale in occasione di grandi eventi come Expo Milano 2015.

Tra le funzioni principali abbiamo:

- Parcheggio e ricarica per il servizio di car sharing basato su piccole vetture elettriche biposto, chiamato EQ Sharing. EQ Sharing è il primo car sharing totalmente elettrico di Milano, che permette di prendere un’auto elettrica in una delle nuove Isole Digitali e lasciarlo in una qualsiasi altra. Un modo intelligente per usare un’auto ecologica in modo indipendente senza possederla, 24 ore su 24 e 365 giorni all’anno. Le pompe per la ricarica elettrica sono a disposizione anche per i veicoli dei privati cittadini.

- Hotspot per il servizio Wi-Fi gratuito, aperto a chiunque. Le panchine sono inoltre dotate di prese elettriche per collegare liberamente i caricatori dei device elettronici.  Continua a leggere

10 buone ragioni per scegliere il coworking

Oggi pubblichiamo l’articolo del collega coworker Luca Nicola, consulente di comunicazione e copywriter.

Negli ultimi mesi stiamo assistendo a un’irresistibile ascesa dei coworking: ne nascono di continuo, mentre Comuni, Province e Regioni fanno a gara nel lanciare nuove iniziative sul territorio o sostenere le presenze già esistenti. Ma cosa rende così attraente uno spazio di coworking? E quali vantaggi professionali ed economici se ne possono ricavare? Provo a rispondere a queste domande, partendo dalla mia esperienza personale.

MemberWall5 BUONE RAGIONI PER LAVORARE IN UN COWORKING…

Posso testimoniare che, per chi ci lavora, accadono alcune cose importanti:

  • Il Coworking crea nuove opportunità di collaborazione e di business
    Spesso si associa il coworking all’idea di uno spazio condiviso in cui le scrivanie costano meno. E’ un’idea decisamente riduttiva. Per dirla con una felice intuizione di Aurelio Balestra: “Il coworking non è figlio della crisi, è figlio di internet”. Proprio come avviene nel web, si creano reti di persone che possono scambiare informazioni, collaborare e unire le forze in qualsiasi momento.
  • Il Coworking concentra in un unico luogo competenze specializzate e complementari
    Ci si muove all’interno di un ecosistema dove risulta naturale sviluppare approcci interdisciplinari. E’ questo il vero valore aggiunto del coworking.
  • Il Coworking favorisce l’arricchimento e l’aggiornamento professionale
    Vivere costantemente a contatto con persone interessanti, che hanno un’attitudine simile alla tua e competenze complementari, aiuta a imparare cose nuove e a rimanere al passo.
  • Il Coworking spinge all’innovazione
    Incontrarsi e chiacchierare in modo informale è un ottimo modo per far emergere nuove nuove idee o testare intuizioni ancora da sviluppare. E last but not least:
  • Il Coworking migliora la qualità della vita (non solo lavorativa)
    “Mi piace stare in questo posto perché si percepisce un’onda positiva, è bello lavorarci”. Provate a entrare in un coworking che funziona e chiedete a chi ci lavora come si trova: il più delle volte avrete risposte molto simili a questa.

… E 5 BUONE RAGIONI PER PUNTARE SUL COWORKING

Guardiamo ora la cosa dal punto di vista di imprese ed enti pubblici: perché vale la pena di puntare sulla formula del coworking? Ecco 5 possibili risposte:

  • Il Coworking è l’ambiente ideale per far nascere e sviluppare una startup
    Un’idea innovativa di impresa si sviluppa meglio in un ambiente interamente dedicato all’innovazione. E ogni startup che cresce può generare nuovi posti di lavoro.
  • Il Coworking consente ai migliori talenti di rimanere nella propria città
    In un articolo pubblicato sul sito di Deskmag si mette in luce un aspetto non abbastanza considerato: senza il coworking, molte persone che abitano in aree urbane di medie dimensioni sarebbero costrette fare i pendolari o spostare le loro famiglie in città più grandi, in cerca di nuove opportunità. Il Coworking li aiuta a restare nel luogo dove vivono, con evidenti vantaggi per l’economia locale.
  • Il Coworking favorisce politiche per il lavoro e lo sviluppo economico
    Di esempi recenti ce ne sono molti. Basta citare il sistema di voucher promosso dal Comune di Milano, il tavolo per il coworking della Regione Toscana, il bando per un coworking “al femminile” promosso dalla Provincia di Lucca, il progetto Millepiani di Roma. Tutte iniziative trainate dall’idea di coworking.
  • Il Coworking può trasformarsi in un piccolo distretto dell’innovazione
    Nel medio periodo, ogni luogo di coworking assume un proprio stile caratteristico e sviluppa forme innovative di specializzazione.
  • Il Coworking è congeniale alle piccole imprese
    Le PMI sono la linfa vitale dell’economia italiana. E le postazioni di un coworking sono ideali per essere occupate da micro e piccole imprese, che trovano l’ambiente più adatto per arricchirsi del know-how di persone con competenze specializzate.  Continua a leggere

La ruota che trasforma in elettrica qualsiasi bici 

bici-elettrica-fai-da-teSi chiama FlyKly Smart Wheel, letteralmente la ruota intelligente, perché trasforma in un attimo la vostra bicicletta in elettrica. La ruota insieme all’intero kit che comprende anche la luce smart, sarà sul mercato nei primi mesi del 2014 e costerà 590 dollari, garanzia per un anno inclusa.

Non si tratta dunque di un dispositivo economico, ma è comunque in grado di trasformare qualsiasi bicicletta in elettrica. Basta cambiare la ruota posteriore con la FlyKly, che ha la capacità di immagazzinare l’energia prodotta mentre si pedala. E la utilizza per accelerare da sola con una velocità massima di 20 miglia all’ora per un massimo di 30 miglia.

Il tutto è comandabile dallo smartphone: impostare la velocità desiderata, bloccare la ruota, e attivare il dispositivo anti furto che avvisa nel caso che qualcuno decida di rubare la vostra bicicletta. L’applicazione per il telefono è collegata infatti ad un piccolo computer con funzionalità GPS, che gestisce la guida e gli itinerari.  Continua a leggere

Nord Europa: hub commerciale e culturale

reattori-cartelloNon è una novità, il Nord-Europa è una zona in grado di offrire immense opportunità, sia culturali che economiche. Alta la qualità della vita, ottime le possibilità lavorative e presente e attivo lo stato sociale. In particolare si fa riferimento alla zona che comprende Norvegia, Svezia, Danimarca, Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Regno Unito, Irlanda, Islanda, Isole Fær Øer e Åland. Nazioni nelle quali l’Italia vorebbe essere “presente” soprattutto con il made in Italy, che continua a rimanere sinonimo di eccellenza e anche dove molti italiani hanno deciso di trasferirsi per cercare quello che in Italia sembra ormai un miraggio: una occupazione degnamente retribuita e un’assistenza statale su vari livelli.

Sempre più importante dunque per noi italiani conoscere questi Paesi e in particolare le opportunità che offrono. L’associazione ASRIE, che opera per promuovere la conoscenza delle potenzialità culturali ed economiche che gli italiani possono avere all’estero, spiegherà quali sono le opportunità che possono offrire i paesi del Nord Europa, e lo farà attraverso una serie di meeting, conferenze ed eventi. Il progetto “Nord Europa: hub commerciale e culturale” prevede quindi una serie di incontri focalizzati sugli aspetti culturali ed economici di tale regioni a cui seguiranno eventuali visite ufficiali e missioni commerciali mirate a favorire la cooperazione e collaborazione tra le parti. Continua a leggere

Reggio Emilia, un Tecnopolo per sfidare la crisi

CANTIERE CAPANNONE 18 EX OFFICINE REGGIANECon l’inaugurazione ufficiale in programma per oggi apre ufficialmente le porte il Tecnopolo di Reggio Emilia, un centro all’avanguardia dove imprese e ricercatori possono incontrarsi nell’obiettivo comune dell’innovazione. Uno spazio di 30mila m2 che accoglierà quattro centri di ricerca e 90 operatori del settore, per la cui realizzazione sono stati investiti 16,1 milioni di euro dei quali 5,5 per la riqualificazione dell’edificio e 10 per programmi di ricerca e sviluppo. I laboratori trovano ospitalità in una struttura di legno alveare, completa di terrazze, come luogo di incontro e socializzazione; essa è in grado di unire istituti pubblici e privati per offrire competenze innovative al territorio.

Il Tecnopolo di Reggio Emilia nasce dalle radici delle Officine Meccaniche Reggiane, memoria di un passato fatto di lavoro, ricerca e innovazione ed è il primo polo tecnologico ad essere ultimato nel contesto della Rete Alta Tecnologia Regionale.

Nel complesso troveranno spazio quattro centri per la ricerca avanzata e il trasferimento tecnologico alle imprese: Intermech-Mectron per il settore meccanica-meccatronica, En&Tech per la ricerca industriale, Crpa Lab laboratorio di ricerca nei settori ambiente energia e agro-alimentare, Biogest Siteia per la valorizzazione delle risorse agro-alimentari. Infine saranno presenti anche il Rei, Reggio Emilia Innovazione, che gestirà il portare della Rete Alta Tecnologia; il Fab Lab un laboratorio che grazie all’uso di stampanti 3d permette alle aziende di creare prototipi a basso costo. Continua a leggere

Firenze, fondi per le PMI

firenzeNuovo bando dalla Camera di Commercio di Firenze per agevolare l’accesso al credito per le piccole e medie imprese fiorentine. I fondi messi a disposizione saranno destinati al sostegno delle Piccole e Medie Imprese (PMI) non in difficoltà di Firenze e provincia; fanno eccezione le realtà operanti nell’acquacoltura, nel settore della pesca ed in quello carbonifero, che volessero effettuare investimenti basati sulla richiesta di un prestito bancario non garantito.

Il credito sarà perciò concesso alle imprese sotto forma di finanziamenti chirografari, che possono essere erogati solo dalle banche convenzionate; inoltre, devono basarsi su un importo minimo di 20mila euro e una durata variabile tra 36 mesi e 84 mesi con periodicità di ammortamento mensile, trimestrale o semestrale. Continua a leggere

Genova: Festival della scienza con premi Nobel e polizia scientifica

festivalSi è aperto ieri il Festival della Scienza 2013, in programma a Genova dal 23 ottobre al 3 novembre 2013. Il filo conduttore di questa edizione è la bellezza. In calendario conferenze, mostre, spettacoli e incontri con ricercatori e scienziati italiani e internazionali. Ad arricchire l’evento internazionale all’ombra della lanterna, le numerose mostre in programma, quasi tutte aperte fino alla fine della manifestazione. In calendario oltre 300 appuntamenti spalmati in 12 giorni; per aiutarvi a scegliere, è online il sito del Festival che suddivide giorno per giorno le attività in programma.

Tanti i motivi per partecipare: per esempio imparare da un premio Nobel che cosa è il grafene.  A Genova arriva Kostya Novoselov, il 36 enne fisico inglese di origini russe, Nobel per la fisica 2010, che spiegherà le sue ricerche sul grafene, materiale rivoluzionario derivato dal carbonio, al quale il festival dedica anche cinque differenti workshop e un ciclo di momenti d’approfondimento con esperti e ricercatori.

E poi si parlerà anche di Nobel italiani: a Giulio Natta, Nobel per la chimica 1963, è dedicato un ciclo di conferenze, e a Rita Levi-Montalcini, Nobel per la medicina e la fisiologia 1986, è dedicato lo spettacolo “Le parole di Rita” con l’attrice Anna Bonaiuto. A un’altra grande scienziata italiana scomparsa quest’anno, Margherita Hack, sarà infine dedicato un pomeriggio speciale con l’intervento dell’astrofisico Massimo Ramella. Continua a leggere

Dev4Startup, un evento nell’evento dedicato alle Start up

Untitled1_0003_codemotion271.JPGCodemotion è l’evento aperto a tutti i linguaggi e le tecnologie e vive la programmazione come un’arte. Chi pensa che sviluppare software sia monotono, o un’attività meccanica, senza stimoli o fantasia, è in errore. La creatività punta in particolar modo su una ricetta semplice: la collaborazione con le comunità tecniche di sviluppatori, contenuti innovativi, divertimento ed entusiasmo.

Per questo e altri motivi all’appuntamento milanese di Codemotion, Startupbusiness e Talent Garden organizzano Dev4Startup: un evento nell’evento, dedicato alle startup che cercano sviluppatori e, in qualche caso, anche co-founder. Già sperimentata a Roma con successo, su organizzazione di Innovaction Lab, questa iniziativa è promossa attraverso una call che sarà gestita sulla piattaforma di Startupbusiness.

Dev4Startup selezionerà 15 startup innovative alla ricerca di sviluppatori e co-founder: otto di esse avranno l’opportunità di presidiare il territorio Codemotion con un minidesk offerto dalla organizzazione e cinque di esse – scelte da Codemotion – avranno anche la possibilità di pitchare per cinque minuti in un’apposita sessione nel corso della conferenza, davanti a un pubblico costituito da sviluppatori e anche investitori. Le restanti sette avranno comunque l’opportunità di fare uno speed pitch di tre minuti nella “rush hour”.

Le startup interessate dovranno iscriversi a Startupbusiness e inviare la propria candidatura entro il 12 novembre. La giuria Startupbusiness/TalentGarden selezionerà le migliori otto che parteciperanno a Codemotion e le sette che parteciperanno alla “Rush Hour”. Continua a leggere

Milano, Frontiers of Interaction: l’evento sul digital in Italia

Artboard 1Ricordiamo a tutti che il 24 e 25 ottobre a Milano andrà in scena la IX edizione di  Frontiers of Interaction, l’evento imperdibile sul digital in Italia. Come Media Partner Coworkingfor riserva al suoi lettori uno sconto speciale del 15% sul costo del biglietto, il codice da utilizzare al momento della registrazione è cow_foi13.

Partecipa alla conferenza internazionale sulla tecnologia e innovazione e lasciati ispirare dalle frontiere dell’interazione.

Ecco il programma delle due giornate:

24 ottobre

10:00 Welcome & Opening speechMiCo
10:45 Workshops introduction
11:00 Workshop A1God save the drone! Preparing for drones invasionwith Caterina Falleni and Anish Mohammed Workshop B1TBAwith Matt Cottam
Workshop C1Near-future Design VS Design Fictionwith Salvatore Iaconesi and Oriana Persico Workshop D1Future Proof Designwith Simone Cicero
13:00 Lunch
14:15 Workshop A2Design products with a personalitywith Jeroen van Geel Workshop B2Designing emotions through gesture based interfaceswith Dario Violi
Workshop C2Your Life as a Cyborg Superherowith Louisa Heinrich Workshop D2TBAwith Holger Weiss
16:15 Break
17:15 WorkshopMega Workshopwith Dave Gray
19:00 Jared Ficklin Show
19:15 Food, drinks & DJ Set

Continua a leggere